Cosa mettere nel CV quando non si ha esperienza lavorativa?

John Brown 19-10-2023
John Brown

Quando si tratta di trovare il primo lavoro, è spesso un momento di insicurezza. Presentare un CV senza molte informazioni può essere una sfida per voi, quindi dovete sapere come formulare un documento che punti su altri tipi di competenze e che porti tutti i dati essenziali ai selezionatori.

Siete pronti a entrare nel mercato del lavoro, non avete esperienza lavorativa e volete mettere insieme il vostro primo CV? Allora questo articolo fa per voi.

Abbiamo raccolto alcuni consigli su ciò che non può mancare nel vostro CV e sulle pratiche che dovreste evitare quando create il vostro. cosa inserire nel CV quando non si ha esperienza lavorativa .

Ecco come costruire il vostro CV senza esperienza lavorativa

Iniziate con i vostri dati personali

È la prima informazione a cui il selezionatore avrà accesso. Presentate le vostre informazioni personali in modo diretto e pratico e, naturalmente, parlate senza errori di ortografia - un consiglio che vale per la preparazione dell'intero CV. Ricordarsi di mettere :

  • Nome completo;
  • Età;
  • Stato civile;
  • Telefono e/o e-mail;
  • Indirizzo.

Non sono richiesti documenti come la carta d'identità e il CPF. Un altro suggerimento è quello di inserire il link del vostro profilo LinkedIn, se ne avete uno, in quanto si tratta di una rete sociale professionale e può aiutare il selezionatore a conoscere meglio il vostro background.

Guarda anche: Dopo tutto, perché sbadigliamo quando qualcuno sbadiglia vicino a noi?

La pubblicazione di foto è ormai un ricordo del passato nella maggior parte dei processi di selezione, ma se il lavoro lo richiede, sceglietene uno in cui abbiate un aspetto e una voce professionali ed evitate i selfie.

Presentatevi e descrivete il vostro obiettivo professionale

Fate una breve presentazione per creare un rapporto e un'identificazione con il selezionatore, raccontando brevemente chi siete. obiettivo professionale con il posto vacante, ovvero cosa intendete fare con quel lavoro, come ad esempio "migliorare le vostre competenze in quel ruolo".

Evitate di indicare obiettivi generici come "ottenere l'indipendenza finanziaria" o "crescere nella mia vita professionale", in modo da distinguervi dagli altri candidati.

Parlaci della tua formazione, dei tuoi stage e delle tue lingue

Se non avete esperienza professionale, è il momento di puntare sul meglio che avete da offrire: la vostra formazione accademica, gli eventuali corsi extracurriculari e gli stage. Nel caso dei corsi extracurriculari, vale la pena di inserire la certificazione dell'istituto.

Non è sufficiente descrivere il corso, il periodo frequentato e l'istituzione, discutere i temi e le competenze che avete sviluppato nel corso di questa formazione, sarà grazie a questo che il selezionatore potrà capire che, pur non avendo esperienza professionale, avete le conoscenze necessarie per occupare il posto vacante.

Guarda anche: Scopri i pro e i contro di diventare un dipendente pubblico nel Paese

Qui potete anche menzionare le lingue che padroneggiate e altre esperienze come il volontariato, se ne avete.

Le competenze trasversali sono il punto di forza

Le aziende moderne e lungimiranti prestano spesso molta attenzione alle competenze personali dei candidati, in quanto sono quelle che evidenziano le differenze di personalità. Identificate le vostre e assicuratevi di menzionarle.

Tra le soft skills più apprezzate e ricercate ci sono:

  • Leadership;
  • Capacità di lavorare in gruppo;
  • Autonomia;
  • Organizzazione;
  • Creatività;
  • Concentrarsi sui risultati.

Ricordate le informazioni aggiuntive

È il momento di aggiungere ulteriori informazioni, come ad esempio: disponibilità a viaggiare o a trasferirsi, se si dispone o meno di un veicolo proprio o di una patente di guida nazionale e di quale categoria, tra le altre. Si prega di notare il requisiti per ogni posto vacante per avere solo ciò che interessa ai reclutatori.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.