Qualche tempo fa" o "per qualche tempo": qual è la forma corretta?

John Brown 13-08-2023
John Brown

È corretto scrivere "há algum tempo" o "a algum tempo"? "Há muito tempo" o "a muito tempo"? "Há pouco tempo" o "a pouco tempo"? Spoiler: tutte le espressioni sono corrette, ciò che cambia è il contesto appropriato per l'uso di ciascuna, secondo la cosiddetta norma standard della lingua portoghese.

L'uso di "há" e "a" genera spesso dubbi e può essere facilmente affrontato in gare d'appalto pubbliche, test per colloqui di lavoro ed esami di ammissione all'università. Capite di seguito la differenza tra i termini e in quali situazioni usare "a algum tempo" e "há algum tempo".

Inoltre, controllate l'applicazione in frasi e scoprite come non sbagliare più quando memorizzate due esempi musicali.

"Per qualche tempo" o "per qualche tempo"?

"A" e "há" sono termini omofoni, cioè si pronunciano con lo stesso suono ma si scrivono in modo diverso e, di conseguenza, con significati diversi. Entrambi hanno anche funzioni proprie in grammatica, poiché "há" è la coniugazione del verbo "haver" e "a algum" è una locuzione avverbiale.

Guarda anche: ZERO PAZIENZA: ecco i segni zodiacali più impazienti

Tuttavia, invece di classificazioni tecniche, il modo più semplice per scoprire in quali situazioni usare queste parole è attraverso esempi pratici. Questo è il miglior suggerimento per distinguere quando usare "c'è" o "a" in frasi che si riferiscono al tempo - "un po' di tempo", "poco tempo", "molto tempo":

  • A deve essere utilizzato quando ci si riferisce al tempo futuro;
  • AH deve essere usato quando ci si riferisce al tempo passato, trascorso.

Vedere di seguito gli esempi di applicazione nelle frasi.

Quando usare "qualche volta"

  • I risultati del test sono disponibili qui un po' di tempo/un po' di tempo/un po' di tempo/un po' di tempo (nel futuro, lontano o vicino che sia);
  • I cancelli saranno chiusi per i candidati a partire da qui un po' di tempo/un po' di tempo/un po' di tempo/un po' di tempo ;
  • Da qui per qualche tempo/per molto tempo/per un po' di tempo Il documento può essere emesso per via elettronica;
  • Da qui a due ore l'inizio del test;
  • Deve andarsene da qui a poco;
  • Ci arriveremo da qui a dieci minuti.

Quando usare "qualche tempo fa"

  • Il modello è stato pubblicato qualche tempo fa/lungo tempo fa/poco tempo fa (passato, recente o lontano);
  • I cancelli sono stati chiusi per i candidati qualche tempo fa/lungo tempo fa/poco tempo fa ("c'è" sostituisce "fa" e indica il tempo passato);
  • Ci sono volte non ha studiato questa materia per la competizione;
  • L'applicazione del test è iniziata c'è due ore;
  • Siamo arrivati c'è dieci minuti;
  • Sono tornati c'è molto tempo.

Suggerimento: memorizzare con le canzoni

Nonostante le differenze tra la licenza poetica musicale e i testi scritti che richiedono la norma, due canzoni possono aiutare a memorizzare quando usare "c'è" o "a" nelle frasi che si riferiscono al tempo:

  • "Sono nato c'è diecimila anni fa".

    (Raul Seixas si riferisce al tempo passato, ma potrebbe anche essere "molti anni fa", "vent'anni fa");

    Guarda anche: Piante che attirano la fortuna in casa; vedi 9 specie
  • "Ti amo per sempre, ti amo troppo, anche da qui a poco, fino a mai più"

    (Kid Abelha si riferisce al tempo futuro, ma potrebbe anche essere "tra qualche tempo" o "tra molti anni").

A proposito: non affronteremo il fatto che "há anos atrás" è ridondante ("há anos" o "anos atrás" sarebbero più appropriati nei testi formali) né metteremo in discussione l'uso informale di "te" o "pra". Queste riflessioni possono essere lasciate per un prossimo ordine del giorno, l'idea degli esempi è solo quella di aiutare la memorizzazione.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.