Vietato: 10 nomi che non possono essere registrati in Brasile

John Brown 19-10-2023
John Brown

Il Brasile vieta la registrazione di alcuni nomi in quanto dannosi per i bambini, quindi gli uffici anagrafici possono rifiutarsi di registrare alcuni nomi che hanno giudicato non utilizzabili.

Guarda anche: Il vostro cane rosicchia il legno: 5 ragioni per questo comportamento

Questo divieto è definito dalla legge 6.015/73, che nel suo quinto articolo stabilisce che l'ufficiale di registrazione può intervenire negando la registrazione di un nome se si ritiene che possa causare imbarazzo durante la vita della persona.

Guarda anche: Scoprite quali sono i principali difetti e le qualità di ciascun segno

Il processo, tuttavia, non avviene immediatamente: dopo aver avuto accesso al nome, l'ufficiale di stato civile può interrogare preventivamente i genitori sulla scelta del nome e dare loro delle alternative da considerare, fino a rifiutare la registrazione.

10 nomi vietati in Brasile

Secondo la legge, spetta all'ufficio anagrafe vietare determinati nomi. Di solito l'ufficio anagrafe ha una certa libertà nel definire i nomi che non possono essere registrati. Non esiste quindi un elenco definito di nomi vietati, ma una serie di termini che non possono essere registrati.

In questo senso, vanno evitate le parole che possono avere un doppio significato o addirittura essere considerate offensive, così come i nomi che possono causare imbarazzo per tutta la vita di chi li porta.

L'ufficio anagrafe può interrogare i genitori sulla scelta del nome se si tratta di nomi che possono arrecare disagio e maggior danno al bambino; in questo modo, l'interrogazione può riguardare anche l'ortografia del nome, quando i genitori abusano del numero di lettere e delle ripetizioni.

Consultate l'elenco dei 10 nomi che non possono essere registrati in Brasile:

  • Lo stesso;
  • Cucciolo;
  • Niente mamma;
  • Taturana;
  • Dita cuja;
  • Babbo Natale;
  • Uh Terere;
  • Così e così;
  • Non dichiarato;
  • Il mio tesoro.

Nomi vietati in altri paesi

Non esistono nomi proibiti solo in Brasile, poiché in altri luoghi del mondo esistono leggi che vietano la registrazione di nomi che possono causare qualche imbarazzo ai bambini. Così, Paesi come l'Inghilterra, l'Australia, la Francia, il Messico e molti altri presentano la loro lista di nomi proibiti:

Inghilterra

  • Marziano;
  • Scimmia;
  • Chow Tow.

Australia

  • Ikea;
  • Batman;
  • Hitler;
  • Cristo;
  • Dio;
  • Satana.

Francia

  • Nutella;
  • Principe William;
  • Manhattan;
  • Mini Cooper.

Messico

  • Facebook;
  • Batman;
  • Rambo;
  • Terminator;
  • James Bond;
  • Hitler;
  • Burger King.

Come posso cambiare il mio nome?

La nuova legge sui registri pubblici ha semplificato il processo di cambio di nome per i brasiliani: d'ora in poi, qualsiasi cittadino brasiliano di età superiore ai 18 anni potrà cambiare il proprio nome presso un ufficio del registro civile senza dover presentare alcuna giustificazione.

I cognomi possono essere aggiunti al nome in qualsiasi momento, a condizione che il rapporto di parentela sia comprovato. La legge consente anche l'inclusione o l'esclusione di un cognome a causa della filiazione, così come l'aggiunta o la rimozione di un cognome a causa di un cambiamento del cognome dei genitori.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.