Silva, Santos, Pereira, Dias: perché molti brasiliani hanno lo stesso cognome?

John Brown 19-10-2023
John Brown

I cognomi più comuni tra i brasiliani si ripetono facilmente tra le persone. Questo evento può generare dubbi e persino stranezze, ma ciò che è certo è che la maggior parte delle persone non sa perché molti brasiliani abbiano gli stessi cognomi.

Questo evento è legato alla colonizzazione del nostro Paese, poiché la maggior parte di questi cognomi ha una certa storia ed è circondata da elementi di ascendenza, che indicano l'origine di diverse famiglie che si sono formate.

Silva, Santos, Pereira, Dias: perché i brasiliani hanno gli stessi cognomi?

I casi di diversi Silvas, Santos, Pereira, Dias e altri cognomi che si ripetono in Brasile sono piuttosto intriganti e fanno sorgere qualche dubbio. Ma per capire perché questi nomi si ripetono, è necessario risalire alla colonizzazione del Paese.

Guarda anche: 'In linea di principio' o 'in linea di massima': sapere quando usare ciascuna espressione

I cognomi che esistono nell'immaginario brasiliano sono stati generalmente creati e utilizzati per eternare l'origine delle varie famiglie. In questo senso, vale la pena ricordare che un'indagine condotta dall'Ipea (Istituto di Ricerca Applicata), ha dichiarato che l'87,5% dei brasiliani ha nomi di origine iberica, cioè la stragrande maggioranza dei brasiliani ha cognomi provenienti dalla Spagna o dal Portogallo.

Tuttavia, non è possibile affermare che la maggior parte dei brasiliani sia di origine europea: la storia spiega che la maggior parte dei cognomi è stata imposta agli indigeni (nativi brasiliani) e ai discendenti degli africani schiavizzati che si trovavano qui e che finirono per essere rinominati dal colonizzatore.

Il cognome di una persona in Brasile è purtroppo sinonimo di status personale: le ricerche degli studiosi dimostrano che generalmente le persone con cognomi più comuni (come Silva, Souza e Pereira) ricevono stipendi più bassi nelle aziende in cui lavorano.

Anche se non ci sono ancora spiegazioni definitive, quello che si vede è che la popolazione nera e bruna ha spesso i cognomi più comuni e, poiché occupa uno spazio storicamente svantaggiato nella nostra cultura, soffre di questa pratica. La più comune in Brasile è che le persone che ricevono meglio di solito hanno un cognome italiano o tedesco.

Guarda anche: Errore madornale: cos'è? Vedi il significato e l'origine dell'espressione

Elenco dei nomi più comuni in Brasile

Alcuni dei nomi più comuni in Brasile sono catalogati in diversi elenchi redatti nel corso degli anni. Generalmente questi cognomi sono nati per lasciare l'eredità costruita da qualche famiglia e hanno finito per perpetuarsi.

  • Silva: è il cognome più comune in Brasile ed è stato attribuito agli schiavi portati in Brasile in epoca coloniale. Un'altra spiegazione riguarda l'origine del cognome durante l'Impero Romano, quando veniva utilizzato per indicare le persone che abitavano le regioni forestali o "selva", che poco dopo sarebbe diventato "silva";
  • Santos: l'origine del cognome è interamente religiosa: la tradizione portoghese prevedeva di dare il cognome a tutte le persone nate il 1° novembre, giorno di Ognissanti;
  • Pereira: il cognome di origine portoghese è probabilmente giunto nel nostro Paese dalla regione delle Azzorre nel corso del XVIII secolo, soprattutto nella regione meridionale del Brasile;
  • Dias: cognome di origine iberica, è una derivazione dei nomi "Diego" o "Diogo" e in Brasile si hanno notizie di questo cognome a partire dal XVI e XVII secolo, in famiglie di San Paolo e Rio de Janeiro;
  • Souza: deriva dal latino "saxa", che significa "ciottoli" o "rocce". Il cognome apparteneva anche a una famiglia portoghese antenata dei Visigoti, barbari che occupavano il nord Europa;
  • Ferreira: uno dei cognomi più comuni in Brasile, fa riferimento a luoghi con miniere di ferro o di ferro. Lo spagnolo Dom Álvaro Rodrigues Ferreira, vissuto intorno al 1170, è responsabile della più antica registrazione del nome.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.