Tenebre: scoprire una regione del mondo in cui il sole non appare per 3 mesi

John Brown 19-10-2023
John Brown

Anche nelle giornate molto nuvolose è facile distinguere il giorno dalla notte. C'è però una regione abitata dove per tre mesi all'anno è solo notte e il sole non esce: è la città di Norilsk, situata in Russia al di sopra del Circolo Polare Artico, che conta più di 150.000 abitanti.

Guarda anche: Scopri i 30 nomi femminili più belli del mondo secondo la scienza

Questa città è considerata uno dei posti peggiori al mondo in cui vivere. Oltre ad avere tre mesi senza sole, durante l'inverno la temperatura raggiunge i -55 °C, richiedendo alla gente di adattarsi a uno stile di vita completamente inospitale. Per questo motivo, la costruzione di case, negozi e industrie è ben pianificata, per evitare il forte vento della regione.

È importante tenere presente che non ci sono giornate continue come questa per tutto l'anno, altrimenti sarebbe impossibile vivere lì. Il fenomeno che rende la notte dominante si verifica in determinati periodi.

Regione in cui il sole non appare per tre mesi

La città industriale di Norilsk, in Russia, si trova nella regione di Pergelisolo, attraversata dal fiume Yenisei, uno dei fiumi più inquinati del mondo, a causa degli scarichi radioattivi di una fabbrica che produceva bombe al plutonio. La città di Norilsk è la seconda più grande dell'Artico.

Per tre mesi all'anno, da novembre a febbraio, il sole non sorge nella regione di Norilsk e solo l'aurora boreale riesce a rompere l'oscurità della lunga notte. Al contrario, tra i mesi di maggio e giugno il sole non scompare dall'orizzonte ed è sempre giorno.

A causa dell'assenza di luce solare per così tanto tempo, ai bambini viene somministrata una dose giornaliera di fototerapia con raggi ultravioletti per rafforzare il loro corpo.

Guarda anche: 30 nomi inglesi facili da pronunciare da affibbiare al vostro bambino

A causa delle alte temperature invernali, gli edifici devono essere costruiti vicini per evitare la formazione di venti, che possono essere mortali per chi non è adeguatamente protetto.

Nonostante le condizioni estreme, la regione è ricca di minerali e si è affermata come complesso minerario e metallurgico del Paese. La città è fondamentale per l'economia russa, in quanto rappresenta il 2% del PIL del Paese. Nella città di Norilsk si produce oltre il 20% di tutto il nichel disponibile al mondo, il 50% del palladio, il 10% del cobalto e il 3% del rame.

L'azienda statale Norilsk Nickel controlla tutti i siti di esplorazione ed è il principale motore della città, impiegando circa 80.000 lavoratori. L'azienda offre salari e benefit più alti rispetto ad aziende simili in altre parti del Paese.

Le condizioni ambientali della città sono pessime a causa dell'inquinamento, poiché le miniere e gli impianti metallurgici spargono sporcizia dappertutto. Di conseguenza, le malattie respiratorie, digestive e cardiache sono comuni in città.

Per saperne di più sulla città di Norilsk

La città fu colonizzata negli anni '20, ma fu fondata ufficialmente solo nel 1935 dall'allora leader sovietico Josef Stalin.

Tra il 1935 e il 1953, si stima che vi siano stati inviati più di 650.000 prigionieri, che lavoravano fino a 14 ore al giorno.

A causa delle basse temperature, la maggior parte delle persone fa tutto a casa, tranne lavorare. L'aspettativa di vita in città è di 60 anni, un decennio in meno rispetto ad altre città russe.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.