Scopri le 5 leggi più antiche del Brasile

John Brown 19-10-2023
John Brown

Le 5 leggi più antiche del Brasile risalgono al periodo imperiale. Più precisamente, sono state proposte dalla Costituzione brasiliana del 1824, redatta dall'ex Consiglio di Stato. È interessante notare che questa è stata la prima Costituzione nella storia del Paese.

Fu concessa per la prima volta il 25 marzo 1824 e fu ufficialmente abrogata il 24 febbraio 1891. In questo senso, la sua attuazione fu frutto di un'imposizione unilaterale, basata sulla volontà dell'imperatore Pedro I. Tuttavia, esistono ancora alcune delle più antiche leggi del Brasile dell'Impero che sono tuttora in vigore. Per saperne di più, consultare la pagina seguente:

Quali sono le 5 leggi più antiche del Brasile?

1) La legge sui diritti dei lavoratori

In linea di principio, si tratta della legge più antica del Brasile, poiché è stata pubblicata il 2 giugno 1892. All'epoca, il nome utilizzato per il luogo di queste decisioni era "Capitale federale della Repubblica" e la persona che l'ha firmata era l'ex Presidente Floriano Peixoto.

Guarda anche: I segni possono cambiare? Scoprite cosa dice l'astrologia

Nello specifico, questa normativa assicura che i dipendenti e i pensionati continuino ad avere accesso garantito ai loro diritti. Pertanto, l'articolo 73 della Costituzione federale non dovrebbe considerare le situazioni di esercizio simultaneo di servizi pubblici come cumulo di posizioni.

2) Legge sulle spese generali dell'Impero

La legge numero 3.397, approvata il 24 novembre 1888, ha il compito di stabilire le spese generali dell'Impero per l'anno finanziario 1889, oltre a fornire ulteriori linee guida sulle modalità di spesa di ciascun membro del gabinetto reale.

Tuttavia, questo include tutto, dal Gabinetto Imperiale alle spese per il cibo di ogni principe e principessa. È interessante notare che queste spese sono designate anche prima di scuole, seminari, ospedali e collegi.

In generale, la legislazione imperiale favorì soprattutto la famiglia reale. Inoltre, il testo prevede una divisione specifica per le ferrovie, in quanto erano il principale mezzo e meccanismo di collegamento tra le regioni brasiliane.

Tuttavia, concede anche al Ministro e Segretario di Stato per gli Affari dell'Impero il potere di modificare la ripartizione delle spese. In breve, questa posizione equivale all'attuale Ministro dell'Economia.

3) Legge d'oro

La Lei Áurea è tecnicamente nota come legge numero 3.353 del maggio 1888 e in questo senso dichiara estinta la schiavitù in Brasile, attraverso l'azione formale della Principessa Imperiale Reggente D. Isabel del Brasile.

Oltre a stabilire l'estinzione della schiavitù, viene pubblicata con valore legale revocando qualsiasi disposizione che affermi il contrario nell'Impero del Brasile. Così, obbliga tutte le autorità a far rispettare la regola, indipendentemente dall'istanza dell'Impero, sotto pena di essere giudicati traditori della nazione.

4) Estinzione graduale della legge sul lavoro dei servi della gleba

Approvata il 28 settembre 1885, la Legge n. 3.270 regola la graduale estinzione dell'elemento servile e prevede, in particolare, l'iscrizione e la registrazione delle persone ridotte in schiavitù nei sistemi dell'Impero brasiliano.

Guarda anche: 'Eccezione' o 'Eccesso': imparate a scriverlo correttamente

Pertanto, i proprietari di schiavi erano tenuti a fornire informazioni ufficiali come il nome, la nazionalità, il sesso, l'affiliazione, l'occupazione o il servizio in cui la persona schiavizzata era impiegata. Tuttavia, era necessario informare l'età e il valore sulla base di una tabella specifica, iscritta nella sottosezione tre di questa legge.

Inoltre, lo scopo principale dell'iscrizione era quello di monitorare il numero di persone schiavizzate possedute da ciascun schiavista; in altre parole, non era necessariamente una misura di protezione o di difesa delle persone schiavizzate.

5) Legge sulla stampa delle monete

Il 18 luglio 1885 fu pubblicata la legge numero 3.263, che autorizzava il governo imperiale a emettere fino a 25.000 réis in moneta legale, oltre a stabilire altre disposizioni più specifiche. In questo modo, la moneta stampata poteva essere utilizzata nelle banche come deposito diretto della Corte.

Soprattutto, la legislazione garantisce la titolazione del debito pubblico o dei buoni del Tesoro, cioè garantisce il sostegno delle istituzioni ufficiali dell'Impero brasiliano.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.