Questi 28 nomi non possono essere registrati in tutto il mondo

John Brown 19-10-2023
John Brown

Il processo di scelta del nome del futuro bambino è un compito importante per molti genitori. Mentre molti possono essere creativi nelle loro scelte, ci sono alcuni che si spingono oltre, scegliendo titoli un po' strani per i loro figli. Alcuni sono addirittura proibiti: ci sono nomi che non può essere registrato in alcuni Paesi, per numerose ragioni.

Guarda anche: Caixa Tem: scopri come cambiare o recuperare la password dell'applicazione

In questo senso, ci sono luoghi nel mondo in cui, per battezzare un bambino con un nome che non rientra nell'elenco di quelli ammessi, è addirittura necessario avere un nome specifico. autorizzazione giudiziaria.

In Brasile, anche se questo tipo di problema non è una norma come in altri luoghi, la legge sui registri pubblici consente ai notai di rifiutare alcuni nomi strani che i genitori vogliono dare ai loro figli. La misura è adottata per evitare che i bambini abbiano titoli che causeranno loro problemi in futuro, come il bullismo.

Nomi che non possono essere registrati in tutto il mondo

Gesher

Gesher significa " ponte "In Norvegia questo nome è vietato per un motivo imprecisato e in un'occasione una madre è stata addirittura arrestata perché non aveva i soldi per pagare la multa per la registrazione del figlio con questo nome.

Metallica

Come Superman, il nome della band è uno di quelli vietati in Svezia.

Nirvana

Sempre a proposito di nomi di band, questo titolo è vietato in Portogallo: il motivo ha a che fare con il gruppo, ma anche con la parola stessa.

Sarah

Sì, questo nome innocuo è vietato in Marocco: secondo la cultura del paese, scriverlo con la "H" lo rende identitario. Ebraico , qualcosa che non è auspicabile per il suo popolo.

Anale

In generale, i nomi che possono essere utilizzati per insultare o riferirsi a contenuti inopportuno In Nuova Zelanda, quando si registra un bambino con un titolo al di fuori della "normalità", il governo deve rilasciare un'autorizzazione preventiva. Lì, questo nome è vietato proprio perché ha lo stesso significato di quello portoghese.

@

Se state pensando di chiamare il vostro bambino con il nome di un simbolo In Cina, l'"arroba" è vietata, poiché nel Paese non è consentito battezzare i bambini con simboli e numeri.

Scimmia

Per ovvie ragioni, come il trattamento offensivo Questo "nome" è sulla lista dei banditi della Danimarca.

Linda

Il nome "Linda" è considerato " troppo orientale " in Arabia Saudita e, poiché non rispetta la cultura del Paese, è severamente vietato nella regione.

Venerdi

In italiano, Venerdi significa "venerdì"; per qualche motivo, questo nome non può essere dato ai bambini.

Harriet

Come in altri Paesi, anche in Islanda esiste una lista di nomi "consentiti" e per battezzare un bambino con qualsiasi titolo al di fuori di essa è necessario chiedere il permesso. Il nome Harriet non è consentito nel Paese per il fatto che ha lettere al di fuori dell'alfabeto nazionale, che non conta con "". H " o "C", ad esempio.

Akuma

In giapponese, Akuma significa " diavolo "Per evitare la sfortuna e le energie negative, che nel Paese sono prese molto sul serio, questo nome è fuori dalla lista di quelli ammessi.

Osama Bin Laden

Che ci crediate o no, una coppia in Germania ha già cercato di registrare il proprio figlio con questo nome. È vietato anche in altri Paesi, come la Turchia. Il motivo è ovvio: il titolo si riferisce all'uomo che ha organizzato gli attacchi alle torri gemelle di New York l'11 settembre 2011.

Capo Massimo

Dalla serie di nomi proibiti senza molte spiegazioni, Chief Maximus, tradotto in "Capo Massimo", non può essere usato in Nuova Zelanda.

BRFXXCCXXMNPCCCCLLLMMNPRXVCLMNCKSSQLBB11

Sebbene non sia nemmeno un nome, una coppia svedese ha già cercato di registrare il proprio figlio con una combinazione di lettere e numeri. Ovviamente il Paese ha posto il veto.

Chow Tow

Questo titolo, tradotto in " Testa puzzolente ", è vietato in Malesia proprio per il suo tono offensivo.

Altri nomi vietati nel mondo

In generale, i governi dei Paesi di tutto il mondo si preoccupano di evitare che i genitori diano ai propri figli nomi bizzarri che potrebbero danneggiarli in futuro.

In Francia, ad esempio, il nome Fraise, che significa " fragola "Nel paese, un'espressione gergale francese piuttosto rozza ha un suono simile.

Guarda anche: Emoji con la faccia da clown: capire il suo vero significato

Comunque sia, ci sono altri nomi vietati in vari luoghi del mondo per motivi simili agli altri:

  • Frutto del sesso;
  • Nutella;
  • Facebook;
  • Shakira;
  • Parto cesareo;
  • Hitler;
  • Harry Potter;
  • Rambo;
  • Lucifero;
  • Mandarino;
  • Caino;
  • Giuda;
  • Robocop.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.