Scopri 7 città che potrebbero essere invase dal mare nei prossimi anni

John Brown 18-10-2023
John Brown

Se i cambiamenti climatici hanno un impatto diretto sull'ambiente e sulla natura, anche gli spazi urbani e gli esseri umani sono nel mirino degli effetti causati dal riscaldamento globale. Ecco 7 città che potrebbero essere invase dal mare nei prossimi anni.

Soprattutto, sono situati in regioni molto vicine all'oceano. In alcuni casi, sono costruiti in modo irregolare o con materiali poco resistenti. Per questo motivo, sono considerati un'area a rischio di fronte all'innalzamento del livello del mare nei prossimi anni. Per saperne di più, visitate il sito:

Le città che potrebbero essere invase dal mare nei prossimi anni

1) Isole Maldive

In primo luogo, circa l'80% dell'estensione territoriale delle isole Maldive si trova a meno di un metro sopra il livello del mare. Di conseguenza, si stima che questa sia la regione con uno dei territori più bassi al mondo.

Guarda anche: I segni possono cambiare? Scoprite cosa dice l'astrologia

Paese insulare situato nell'Oceano Indiano, la regione confina con lo Sri Lanka e l'India. Sebbene sia composta da circa 1.196 isole, solo 203 sono abitate. Tuttavia, si stima che la regione ospiti diverse comunità tradizionali che non sono mai state urbanizzate.

Secondo le stime dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), le isole Maldive diventeranno inabitabili a partire dal 2050. Attualmente, c'è il rischio che l'intera area venga sommersa.

2) Seychelles

Il paradiso situato nell'Oceano Indiano è composto da 115 isole che hanno già una serie di muri di contenimento nel loro territorio. L'aspettativa del governo locale è che queste costruzioni impediscano l'avanzata del mare. Poiché la regione è distribuita in diversi arcipelaghi vicini all'oceano, le strisce di sabbia si stanno trasformando in spiagge a causa dell'avanzata del mare.

3) Ho Chi Mihn

A prima vista, Ho Chi Mihn è un territorio vietnamita che, guardando la mappa, non sembra essere suscettibile di essere invaso dal mare nei prossimi anni. Tuttavia, le regioni orientali del Paese sono fondate sopra una zona paludosa. Per questo motivo, si stima che l'est sarà completamente divorato entro il 2030.

La popolazione locale ha risentito dell'avanzata del mare, con un aumento dei disastri naturali che hanno causato ingenti perdite: attualmente l'area è interessata da numerose inondazioni, tempeste tropicali di lunga durata e infiltrazioni di acqua salata nelle falde acquifere.

4) Bangkok

La capitale thailandese si trova a 1,5 metri sul livello del mare, ma si stima che la regione stia sprofondando di circa 3 cm all'anno.

In sintesi, questa regione è stata costruita su strati di argilla soffice fin dall'inizio del XV secolo. Di conseguenza, c'è il serio rischio che la capitale venga sommersa dal mare nei prossimi anni.

5) New Orleans

Costruita al di sotto del livello del mare, New Orleans ha avuto per decenni un sistema di argini che ha ceduto più volte a causa dello sconfinamento del mare, per cui si stima che il cambiamento climatico potrebbe divorare completamente la regione, soprattutto con l'innalzamento del livello del mare.

A New Orleans, negli Stati Uniti, oltre il 51,6% del territorio totale è una zona umida, cioè vi è una presenza di acqua o un'influenza indiretta del livello del mare.

6) Amsterdam

Sebbene offra ai turisti una splendida cartolina, Amsterdam è una città olandese costruita al di sotto del livello del mare. Inoltre, è stata pianificata, quindi l'invasione del mare causerà una scomparsa uniforme in tutta la regione.

Attualmente, il governo locale dispone di una diga lunga 32 chilometri per proteggere la città, ma il continuo innalzamento del livello del mare potrebbe minacciare la struttura, come è successo a New Orleans.

Guarda anche: Tax Free Day: scopri cos'è e come funziona questa azione

7) Venezia

Questa città italiana è cresciuta in modo disordinato e non pianificato e si è quindi insediata su isolotti naturalmente instabili.

Di conseguenza, si stima che un innalzamento del livello del mare di 50 cm sia sufficiente a inondare permanentemente la regione, e che possa raggiungere il centro e diffondersi. È interessante notare che uno dei soprannomi di Venezia è "Città galleggiante" e "Città d'acqua" proprio per queste caratteristiche.

John Brown

Jeremy Cruz è uno scrittore appassionato e un avido viaggiatore che ha un profondo interesse per le competizioni in Brasile. Con un background nel giornalismo, ha sviluppato un occhio attento per scoprire gemme nascoste sotto forma di concorsi unici in tutto il paese. Il blog di Jeremy, Concorsi in Brasile, funge da hub per tutto ciò che riguarda vari concorsi ed eventi che si svolgono in Brasile.Alimentato dal suo amore per il Brasile e la sua vibrante cultura, Jeremy mira a far luce sulla vasta gamma di competizioni che spesso passano inosservate al grande pubblico. Da esilaranti tornei sportivi a sfide accademiche, Jeremy copre tutto, fornendo ai suoi lettori uno sguardo penetrante e completo nel mondo delle competizioni brasiliane.Inoltre, il profondo apprezzamento di Jeremy per l'impatto positivo che le competizioni possono avere sulla società lo spinge a esplorare i benefici sociali che derivano da questi eventi. Mettendo in evidenza le storie di individui e organizzazioni che fanno la differenza attraverso le competizioni, Jeremy mira a ispirare i suoi lettori a mettersi in gioco e contribuire a costruire un Brasile più forte e inclusivo.Quando non è impegnato a fare scouting per la prossima competizione o a scrivere post coinvolgenti sul blog, Jeremy si immerge nella cultura brasiliana, esplora i pittoreschi paesaggi del paese e assapora i sapori della cucina brasiliana. Con la sua personalità vibrante ededicato a condividere il meglio delle competizioni brasiliane, Jeremy Cruz è una fonte affidabile di ispirazione e informazioni per coloro che cercano di scoprire lo spirito competitivo che fiorisce in Brasile.